Cos’è una mappa catastale e quando è necessario richiederla?

Cos’è una mappa catastale e quando è necessario richiederla?

A cosa serve una mappa catastale?

Quando si parla di compravendita di terreni e fabbricati viene spesso tirata in ballo la cosiddetta mappa catastale. Prima di acquistare o di vendere un terreno o un fabbricato è infatti necessario per legge effettuare tutte le verifiche necessarie per evitare di ritrovarsi di fronte ad alcune problematiche difficili da risolvere.

Ma in cosa consiste esattamente la mappa catastale, conosciuta anche come estratto catastale?

Si tratta essenzialmente di una rappresentazione grafica in scala, una mappa appunto, dove è disegnata una porzione vista dall’alto non solamente del terreno in questione ma anche dei terreni adiacenti. Un tale disegno serve pertanto a farsi un’idea chiara dell’estensione, ma anche della conformazione esatta del terreno. Permette inoltre di stabilire chiaramente quali sono i confini del terreno e chi sono i confinanti.

La presenza di fabbricati sulla superficie del terreno viene evidenziata dall’estratto catastale, che può pertanto darci la conferma che questi edifici realmente presenti siano stati dichiarati al catasto o meno.

Se i fabbricati sono suddivisi in più particelle e sono condivisi da più proprietari, potremo avere accesso anche a queste informazioni grazie alla mappa catastale.

Possiamo ottenerla recandoci all’agenzia delle entrate o attraverso un metodo ancora più semplice e veloce.

EasyVisure offre una notevole molteplicità di servizi inerenti il catasto online, tra cui la mappa catastale. Si tratta di una delle migliori piattaforme online in grado di farci ottenere in pochissimi minuti non solamente visure, mappe e planimetrie catastali, ma anche visure camerali e visure dei veicoli, queste ultime utili ad effettuare un controllo preventivo prima di acquistare un’automobile o qualsiasi altro mezzo.

Cosa valutare prima di vendere un terreno

Se è nostra intenzione vendere un terreno, allora dovremo prestare attenzione ad alcuni particolari.

Innanzitutto, se vogliamo velocizzare la vendita, pubblichiamo un annuncio online. La maggioranza degli acquirenti infatti eseguono le loro ricerche online prima di recarsi in agenzia, quanto meno per studiare la piazza.

L’annuncio deve contenere tutte le informazioni tecniche necessarie, tra cui la superficie del terreno, il tipo di coltura presente, la presenza di un pozzo, di un fabbricato, se si tratta o meno di un terreno agricolo o edificabile, etc.

Oltre alle informazioni inserite in descrizione, dovremmo inserire delle foto. Alcuni pensano che non valga la pena inserire delle foto per un terreno. Niente di più sbagliato! Certo, non inseriremo delle istantanee inutili e ridondanti, ma potremo mettere in evidenza alcuni dettagli, come una bella prospettiva che riprende il frutto della nostra fatica prima di essere raccolto, delle foto del fabbricato o del pozzo e di altri particolari che per noi sono i punti di forza del terreno.

Anche in questo caso, la mappa catastale potrebbe essere inserita nell’annuncio per rendere chiara l’idea della forma del terreno.

Stabilire un prezzo giusto è fondamentale prima di mettere in vendita un terreno. Le fasi di negoziazione non mancheranno, e chi vorrà acquistare il terreno farà di tutto per evidenziarne i difetti pur di far abbassare il prezzo. Ma se avremo fatto fare previamente una stima oggettiva da un perito tecnico sapremo esattamente il prezzo che dovremo ottenere per non rimetterci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *