Valutazioni degli immobili online: sono affidabili?

Valutazioni degli immobili online: sono affidabili?

Perché valutare un immobile

Quella di valutare il proprio immobile completamente in autonomia è un’idea che fa gola a molti. Comprendere il valore reale della propria casa è indispensabile soprattutto quando si decide di metterla in vendita. Prima ancora di pubblicare un annuncio di vendita sarà infatti necessario sapere esattamente quanto vorremo realizzare dalla vendita, ed i motivi sono piuttosto ovvi. In questo modo potremo evitare di svendere l’immobile, ma anche di chiedere una cifra spropositata rispetto al suo valore che non farà nemmeno avvicinare i potenziali acquirenti.

Molte persone decidono di poter vendere in autonomia la propria casa, senza utilizzare altri intermediari come un’agenzia immobiliare. Non sempre però questa si rivela la scelta più saggia. Un’agenzia è infatti il punto di incontro ideale tra venditori e potenziali acquirenti. Cercare di vendere in autonomia ci priverà della possibilità di entrare in contatto con degli acquirenti realmente intenzionati a portare a termine l’acquisto.

Alcune agenzie, come l’agenzia immobiliare Marconi, effettuano inoltre delle valutazioni obiettive ed in modo del tutto gratuito. Quella di farsi fare una stima da un’agenzia è una delle possibilità che abbiamo per conoscere il valore del nostro immobile. In alternativa potremo contattare un perito tecnico come un geometra o un ingegnere o un altro professionista che lavora presso uno studio di valutazione degli immobili. Queste soluzioni però hanno il loro costo. Cosa possiamo dire pertanto delle valutazioni immobiliari online? Vediamo innanzitutto come funzionano.

Come funzionano le valutazioni immobiliari online?

Basterà fare una breve ricerca online per trovare dei siti di vendita immobiliare che mettono a disposizione delle piattaforme che altro non sono che dei calcolatori di valore. Per ottenere questo risultato bisognerà compilare un form, inserendo tutte le informazioni richieste. Tra queste ci saranno la superficie, il numero di stanze, la localizzazione, la presenza di elementi di pregio nell’arredo, l’anno di costruzione, etc.

A questo punto otterremo come risultato una cifra suggerita che dovrebbe corrispondere con il valore dell’immobile. Il problema nasce proprio dal fatto che queste piattaforme si basano sui parametri inseriti nel sito dell’agenzia immobiliare di riferimento. Un elemento di comparazione risulta essere il prezzo inserito da altri proprietari sul sito dell’agenzia. Questi prezzi però non sempre sono reali, ma risultano essere alterati per via del desiderio dei proprietari di ottenere il massimo dalla vendita della propria casa. Di conseguenza il risultato sarà sfalsato, e non proprio affidabile. Si tratta pertanto di un metodo utile per chi non ha alcuna idea sul valore della propria casa, e può costituire un buon punto di partenza per conoscerlo in maniera approssimativa.

Quali sono i fattori che più di altri incidono sul questo valore?

Innanzitutto la superficie. Una casa grande con diverse stanze ha naturalmente un valore maggiore rispetto ad un monolocale o ad un bilocale. Da non sottovalutare però è anche la sua posizione. Un appartamento piccolo situato nel centro di una grande città varrà di più di una grande casa in una zona di periferia.

La classe energetica è un valore piuttosto recente che tiene conto della presenza di elementi che apportano un miglioramento nel consumo energetico, come degli infissi di qualità, un cappotto termico e dei climatizzatori ed una caldaia di ultima generazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *